Linea Palermo – Catania, al via i lavori per il raddoppio ferroviario Bicocca – Catenanuova

Investimento economico complessivo: 8 miliardi di euro

 

Catania, 25 marzo 2019

Partono oggi i lavori per la realizzazione della nuova linea ferroviaria Palermo – Catania, collegamento che rivoluzionerà lo sviluppo della mobilità in Sicilia.

Presenti alla cerimonia di avvio dei lavori, nel cantiere del tratto di linea Bicocca – Catenanuova, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, l’Assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, il sindaco di Catenanuova Carmelo Giancarlo Scravaglieri e l’Amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana e Commissario per l’itinerario Palermo – Catania – Messina Maurizio Gentile.

Il nuovo collegamento veloce permetterà di ridurre i tempi di percorrenza fra le due città e di garantire una maggiore capacità dei binari, andando quindi a migliorare l’esperienza di viaggio dei siciliani, con benefici per l’intero sistema di trasporto e per l’ambiente.

La nuova linea Palermo – Catania, parte integrande del Corridoio ferroviario europeo TEN-T Scandinavia-Mediterraneo, è uno degli interventi previsti per migliorare la mobilità in Sicilia. Ammonta infatti complessivamente a 13 miliardi di euro il piano di investimenti di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) per la realizzazione di nuove infrastrutture e il potenziamento tecnologico della rete esistente

Il progetto di raddoppio del tracciato Bicocca – Catenanuova ha un valore di 415 milioni di euro. L’attivazione di un primo binario è prevista nel 2021 mentre l’intervento su entrambi i binari terminerà nel 2023, concludendo di fatto la prima fase funzionale del nuovo collegamento ferroviario veloce fra Palermo e Catania.

Al termine dei lavori lungo tutto l’asse Palermo – Catania sarà possibile andare da Palermo a Catania in meno di due ore. Riduzioni dei tempi di viaggio progressive sono previste comunque già prima di tale data, grazie all’attivazione per fasi dei nuovi tratti di linea. L’investimento economico per l’intero asse Palermo – Catania – Messina è di circa 8 miliardi di euro.

Gli interventi programmati, inoltre, permetteranno ai treni di viaggiare a una velocità massima di 250 km/h, migliorando gli standard di regolarità e puntualità del traffico ferroviario.

Previsti, inoltre, importanti e significativi interventi di potenziamento infrastrutturale e upgrading tecnologico lungo l’intera rete ferroviaria, la soppressione di alcuni passaggi a livello e interventi di riqualificazione nelle stazioni.

Condividi:
Condividi su Google Plus